THE' VERDE

Thè verde

Novembre 27, 2015 - antonio

No Comments

THÈ VERDE

 
THÈ VERDE E CALO PONDERALE
Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che l’assunzione cronica di estratto di Thè verde è in grado di migliorare la performance sportiva, aumentare l’ossidazione dei grassi e prevenire l’obesità nei topi.
Il Thè verde contiene una classe di flavonoidi polifenolici conosciuti come catechine che comprendono:
• l’ epigallocatechina gallato (EGCG);
• l’ epicatechina gallato;
• la gallocatechina gallato.
Di queste l’EGCG è quella farmacologicamente più attiva ed è contenuta in quantità 10 volte superiore nel thè verde rispetto al thè nero (1-4).
Dagli studi effettuati sembra che il Thè verde eserciti questo effetto agendo sul sistema nervoso simpatico e, in particolare, inibendo l’enzima catecol-O-metiltransferasi che è responsabile della degradazione della noradrenalina che è un ormone che stimola l’utilizzo dei grassi come fonte di energia da parte dell’organismo (5).
Sebbene la maggior parte di questi studi siano stati effettuati su modelli animali, nel 1999 Dulloo et al. (6), hanno dimostrato che si possono ottenere effetti simili anche su uomini giovani e in salute. Nel loro esperimento hanno preso 10 uomini in salute e li hanno sottoposti a tre tipi di trattamenti diversi: estratto di thè verde contenente 50 mg di caffeina e 90 mg di EGCG, solo caffeina (50mg) e placebo che hanno ingerito a colazione, pranzo e cena.
I risultati ottenuti sono stati che i soggetti trattati con solo caffeina e quelli trattati con placebo non hanno ottenuto miglioramenti né per quanto riguarda il dispendio energetico giornaliero né per quanto riguarda l’ossidazione dei lipidi. I soggetti trattati con estratto di thè verde hanno invece registrato un aumento del dispendio energetico di circa il 4% e una diminuzione del coefficiente respiratorio (RQ) da 0,88 a 0,85 che significa un aumento della percentuale di grassi bruciata su quella di zuccheri di circa il 10%.
Nonostante questo studio abbia dato risultati interessanti, vanno fatte notare alcune cose:
• Il numero di soggetti esaminati è troppo piccolo per poter essere statisticamente significativo.
• I soggetti esaminati erano tutti di sesso maschile.
• I soggetti esaminati erano tutti giovani e in condizioni di salute ottimali.
In conclusione, la tipologia di soggetti usati per l’esperimento non è rappresentativa dell’intera popolazione umana e di conseguenza non lo sono neanche i risultati ottenuti.
Fortunatamente a questo studio ne sono susseguiti molti altri che sono stati tutti esaminati in una metanalisi effettuata da Jurgen et al. (7) nel 2012, che ha messo a confronto i risultati di decine di studi diversi.
Gli autori di questo lavoro hanno selezionato studi scientifici riguardanti solo l’estratto di thè verde (quindi non combinazioni di thè verde con altre sostanze) e della durata di almeno 12 settimane. Dopodichè hanno diviso gli studi in due gruppi sulla base delle metodologie utilizzate per l’esperimento. Il primo gruppo riguardava gli studi effettuati fuori dal Giappone (532 partecipanti in totale) e la media dei risultati di questi studi ha mostrato una perdita di circa 0,4 Kg di peso in più nei soggetti trattati con thè verde rispetto a quelli trattati con placebo dopo 12-13 settimane di trattamento. Gli otto studi effettuati in Giappone (1032 partecipanti in totale), invece, non erano abbastanza simili da permettere di confrontare e fare una media dei risultati ottenuti. In ogni caso la differenza di perdita di peso tra soggetti trattati e controllo al termine del trattamento variava da -0,2 a -3,5 kg a favore del trattamento con thè verde.
Sulla base di questi dati, gli autori sono arrivati alla conclusione che le preparazioni a base di thè verde inducono una piccola e statisticamente non significativa perdita di peso in adulti sovrappeso o obesi. Inoltre, la piccola quantità di peso perso non può essere considerata clinicamente importante.
THÈ VERDE E SPORT
Nel 2008 uno studio effettuato da Venables et al. (8) ha preso in esame 2 gruppi rispettivamente di 12 (Studio A) e 11 (Studio B) uomini in buona salute. Nello studio A hanno sottoposto i soggetti ad un esercizio di 30 minuti di bicicletta al 60% della VO2 max (massimo consumo di ossigeno) prima e dopo la supplementazione con estratto di thè verde. Nello studio B, invece, i soggetti sono stati sottoposti ad un test di tolleranza al glucosio prima e dopo la supplementazione con thè verde. Nelle 24 ore precedenti l’esperimento i soggetti presi in esame hanno ingerito tre capsule di estratto di thè verde contenenti in totale 366 mg di EGCG oppure placebo.
Dai risultati è emerso che nei soggetti trattati con estratto di thè verde la velocità di consumo dei grassi era aumentata del 17% rispetto al controllo ed anche il contributo dei grassi al fabbisogno totale energetico era aumentato di una percentuale simile. Inoltre, dallo studio B è emerso che la sensibilità all’insulina era aumentata di circa il 13%.
Le conclusioni degli autori sono state quindi che la somministrazione in acuto di estratto di thè verde può aumentare l’ossidazione dei lipidi durante l’esercizio intenso o moderato e che è anche in grado di aumentare la sensibilità all’insulina e la tolleranza al glucosio in adulti sani e di sesso maschile.
CONCLUSIONI PERSONALI
Per quanto riguarda l’utilizzo di estratto di thè verde come coadiuvante al calo ponderale mi trovo d’accordo con le conclusioni di Jurgen et al e cioè che la differenza di perdita di peso tra soggetti trattati e soggetti di controllo non è statisticamente significativa. In poche parole significa che l’integrazione con estratto di thè verde potrebbe dare un piccolissimo aiuto ma non è detto che funzioni su tutte le persone. Analizzando anche i dati ottenuti da Dulloo et al, credo che probabilmente funzioni di più su quelle persone che già di per se hanno un metabolismo più reattivo. In sintesi, funziona solo su chi non ne ha bisogno ed anche nei casi migliori l’aiuto che dà è minimo.
Per quanto riguarda, invece, l’integrazione di estratto di thè verde negli atleti, posso dire che un aumento del 17% della velocità di ossidazione dei lipidi potrebbe essere un aiuto anche importante per chi pratica sport di durata (maratona, ciclismo ecc..) in quanto permetterebbe all’atleta di consumare più grasso e risparmiare quindi glicogeno. Rimane da verificare, tuttavia, se questo aumento del rate di ossidazione lipidica non comporti contemporaneamente un aumento anche della velocità di disidratazione. Se così fosse, infatti, non solo la performance dell’atleta non migliorerebbe ma rischierebbe addirittura di peggiorare in quanto l’idratazione del corpo ha una grande influenza sul deterioramento delle fibre muscolari e sul metabolismo delle cellule. In conclusione, penso che, prima di poter dire se il thè verde è o non è d’aiuto all’atleta, sono necessari ulteriori studi che magari coinvolgano un gruppo più grande e più eterogeneo di partecipanti.
Dr. Antonio Faraco
Bibliografia
1. Murase T, Haramizu S, Shimotoyodome A, Nagasawa A, Tokimitsu I. Green tea extract improves endurance capacity and increases muscle lipid oxidation in mice. Am J Physiol Regul Integr Comp Physiol 2005;288:R708–15.
2. Murase T, Haramizu S, Shimotoyodome A, Tokimitsu I, Hase T. Green tea extract improves running endurance in mice by stimulating lipid utilization during exercise. Am J Physiol Regul Integr Comp Physiol 2006;290:R1550–6.
3. Murase T, Nagasawa A, Suzuki J, Hase T, Tokimitsu I. Beneficial effects of tea catechins on diet-induced obesity: stimulation of lipid catabolism in the liver.Int J Obes Relat Metab Disord 2002;26:1459–64.
4. Shimotoyodome A, Haramizu S, Inaba M, Murase T, Tokimitsu I. Exercise and green tea extract stimulate fat oxidation and prevent obesity in mice.Med Sci Sports Exerc 2005;37:1884–92.
5. Lu H, Meng X, Yang CS. Enzymology of methylation of tea catechins and inhibition of catechol-O-methyltransferase by (-)-epigallocatechin gallate.Drug Metab Dispos 2003;31:572–9.
6. Dulloo AG, Duret C, Rohrer D, et al. Efficacy of a green tea extract rich in catechin polyphenols and caffeine in increasing 24-h energy expenditure and fat oxidation in humans. Am J Clin Nutr 1999;70:1040–5.
7. Jurgens TM, Whelan AM, Kilian L., Doucette S., Kirk S., Foy E. Green tea for weight loss and weight maintenance in overweight or obese adults. Cochrane Database Syst Rev. 2012.
8. Venables MC, Hulston CJ, Cox HR, Jeukendrup AE. Green tea extract ingestion, fat oxidation, and glucose tolerance in healthy humans. The American Journal of Clinical Nutrition 2008.

 

antonio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Doctolib
Prenota un appuntamento onlineVai qui